Tromba - Musica di Minusio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tromba

Scuola Allievi > Docenti
Patrick Berger, insegnante di tromba

La  fortuna di poter tenere in mano una tromba l'ho avuta quando erano  passati circa 6 anni dalla mia nascita a Zurigo, il 10.12.1966. Poco  ricordo di quel momento e per la verità non penso che, in definitiva,  sia successo molto; avevo però sentito un impiegato dell'albergo  Bellavista a Vira-Gambarogno, di cui i miei genitori erano i direttori,  interpretare l'inno svizzero per il 1° di agosto, mi ero intrufolato  nella sua camera e, dopo averlo ascoltato, l'avevo pregato di  permettermi di provare; benché dubbioso me lo concesse.
Il risultato  fu tutt'altro che eccezionale, ma, forse, proprio quell'insuccesso ha  radicato in me la convinzione di imparare a suonare la tromba. Una  decisione azzeccata che ha dato un senso alla mia vita.
Dopo una  incredibile serie di telefonate mia mamma riuscì, finalmente, a trovarmi  un maestro. Avevo aspettato, testardo, per altri quattro anni. I primi  suoni li ho emessi con una vecchia tromba del mio maestro, il professor  Helmut Hunger, che mi ha istruito con tanta passione per sei anni, non  senza pianti miei e furiose ire sue.
A 16 anni ho iniziato gli studi  al Conservatorio di Zurigo nelle classi dei fratelli Frei: Fridolin,  famoso per il suo triplo staccato e Marcel, conosciuto per le sue  simpatiche battute e la modestia, ottenendo il diploma di maestro e  orchestra nel 1988.
Un fatto curioso è che i miei tre primi maestri  hanno suonato tutti per un certo tempo nell'orchestra della Radio della  Svizzera Italiana come prima tromba.
Alla "Musikhochschule" di Zurigo  ho la fortuna di potermi perfezionare sotto la sicura mano di Henri  Adelbrecht che riesce a fare un po` di ordine nelle mie confusioni  post-adolescenziali. Un diploma "Konzertreifeprüfung" con menzione e il  massimo dei voti premia questo lungo e stimolante lavoro nel 1994.
Roger  Delemotte, Jonathan Fields, Claude Rippas e Max Sommerhalder sono  alcuni dei trombettisti incontrati in seguito e dai quali ho ottenuto  ulteriori importanti stimoli.
Un'altra fortuna della mia vita è di  essere nato con una immensa voglia di trasmettere le mie conoscenze  quindi è stato naturale dedicarmi all'insegnamento e in futuro ho in  progetto di scrivere un metodo di tromba per principianti.
E, forse, un giorno scriverò un libro con tutto quello che mi hanno insegnato i miei allievi, ma per ora non ho fretta.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu